Dipendenza dall’alcol, cos’è e come riconoscerla

dipendenza alcolica

La dipendenza da alcol è definita come un disturbo alcool-correlato, poiché prevede che un soggetto sia totalmente sottomesso all’azione delle sostanze alcoliche. Il “bere problematico” fa leva su problemi da abuso e dipendenza alcolica.

Chi beve qualche bevanda alcolica ogni tanto non è certamente un alcolizzato: lo diviene quando il suo corpo inizia a dipendere completamente dall’etanolo. L’alcol diventa una valvola di sfogo e la bottiglia uno strumento per sentirsi più sicuri, euforici e lontani dai problemi che affliggono il soggetto nella vita quotidiana.

Quando un soggetto sviluppa un’elevata tolleranza al consumo di bevande alcoliche, entra nel cosiddetto tunnel della dipendenza da alcol: qualora non fa uso di sostanze alcoliche, il paziente può sviluppare anche sintomi fisici da astinenza alcolica. Il rapporto tra chi beve e l’alcol diventa, pressoché, inscindibile e, giorno dopo giorno, la quantità di alcol da consumare aumenta per sopperire al fabbisogno fisico di sostanze che alternano, appunto, la ragione e i sensi per sfuggire alla realtà circostante.

L’abuso di alcol comporta, come si può immaginare, un cambiamento drastico nella vita della persona alcolizzata: gli amici iniziano ad allontanarsi, il coniuge si allontana e – in alcuni casi – chiede anche il divorzio, il lavoro e le opportunità di crescita iniziano a vacillare: in molti, infatti, perdono il proprio impiego per l’incapacità di tenere sotto controllo questa dipendenza. A causa di tutti questi motivi, coloro che sono accanto a un paziente dipendente da alcol – amici e/o familiari – hanno il compito di aiutarlo per via medica e sul piano psicologico.

Come riconoscere la dipendenza da alcol

Il manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali definisce la dipendenza da alcol come “una modalità patologica d’uso della sostanza, che conduce a menomazione o a disagio clinicamente significativo” che viene riconosciuta mediante dei chiari segnali d’allarme, che si dipanano nell’arco di dodici mesi:

  • Tolleranza: al soggetto non bastano più pochi bicchieri di alcol per sentirsi soddisfatto. Le dosi aumentano di giorno in giorno, fino a condurlo alla dipendenza e all’intossicazione.
  • Astinenza: senza l’alcol la persona diventa aggressiva, irascibile e non riesce a controllare la sua voglia di bere. Per alleviare i sintomi dell’astinenza, elabora un’unica soluzione: bere ulteriormente.
  • Negazione: agli altri dimostra di poter smettere di bere quando gli pare, ma in realtà il bisogno di bevande alcoliche incrementa sempre di più per periodi prolungati, fino a superare l’anno.
  • Tentativi per mettere di bere: alla negazione si affianca anche la volontà di mettere la parola “fine” alla propria dipendenza, spesso, però, con risultati deludenti.
  • Peggioramento della vita sociale e lavorativa: per gran parte del tempo, il soggetto dipende da alcol pensa a come procurarsi l’alcol trascurando – nei casi più gravi e patologici – la famiglia, i figli, la propria cerchia sociale e il lavoro.
  • Assunzione di alcol in maniera consapevole: nonostante sia conscio dei problemi psico-fisici e sociali a cui va incontro bevendo dosi eccessive di alcol, il soggetto continua ad assumere alcol, anche in presenza di reali problematiche di salute.

I sintomi dell’alcol sul corpo

Secondo l’American Psychiatric Association, la sindrome da astinenza alcolica comprende due o più dei seguenti sintomi:

  • Iperattività del sistema nervoso autonomo: ritmo cardiaco accelerato, elevata pressione sanguigna, frequenza respiratoria accelerata, aumento della temperatura corporea, sudorazione)
  • Ansia
  • Insonnia
  • Agitazione pscicomotoria
  • Nausea e vomito
  • Tremore
  • Transitorie allucinazioni o illusioni visive, tattili o auditive
  • Convulsioni epilettiche

Questi sintomi possono aver luogo entro 4-8 ore dal momento in cui il bevitore smette di assumere alcol, con il picco di massima intensità il secondo giorno ed un miglioramento entro il quinto.

Una volta confermato il caso di dipendenza alcolica è bene non perdere tempo ed affrontare subito il problema rivolgendosi ad apposite strutture e professionisti specializzati nella cura di questo tipo di dipendenza.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Centro San Nicola

Checking...

Ouch! There was a server error.
Retry »

Sending message...

Hai bisogno di aiuto?

Se pensi di avere bisogno di aiuto, per te o per un familiare, contattaci e ti aiuteremo.

Il/la sottoscritto/a dichiara di aver acquisito le informazioni contenute nella informativa ai sensi dell’art. 13 d.lgs. n. 196/2003, e di prestare il consenso ai sensi dell’art. 23 d.lgs. n. 196/2003 per il trattamento dei propri dati personali per le finalità di cui all’informativa.


Captcha

8 + 10 =