Come si vive con chi soffre di dipendenza da alcol

vivere con dipendente alcol

La dipendenza da alcol non porta sofferenza solo ai diretti interessati, ma anche alla famiglia e alle persone ‘vicine’, quali parenti, amici, colleghi e conoscenti.

Molto spesso la vita dei familiari viene sconvolta e mutata radicalmente in seguito alla dipendenza da alcol di un familiare, perché molte sono le domande che toccano i singoli componenti, le quali interessano il proprio ruolo e il proprio comportamento all’interno del nucleo familiare.

Come deve vivere una persona in una famiglia dove un componente è dipendente da alcool?

Si tratta di una domanda alla quale fanno seguito molte risposte, le quali meritano di essere analizzate con attenzione. È importante notare che, al pari della persona dipendente, anche i familiari, i figli e i coniugi possono provare una elevata dose di sofferenza, che nei casi estremi può indurle a soffrire di problemi gravi come la depressione e altre malattie legate alla sfera psicologica, nonché a maturare patologie fisiche anche gravi.

Il primo passo da compiere si basa sicuramente sul riconoscimento della dipendenza, che deve essere certo e quindi con l’ammissione ai speciali percorsi di recupero da parte del familiare interessato. Di pari passo, la famiglia è chiamata a vincere la vergogna sociale che viene provata nei confronti della comunità, spesso poco incline ad accettare la dipendenza da sostanze alcoliche. La vergogna va quindi vinta per migliorare il benessere personale e per trovare la forza di iniziare un percorso familiare che si presuppone lungo e complesso.

Le conseguenze che l’alcolismo può avere su familiari e amici dipendono molto dal rapporto che la persona dipendente ha con i componenti della famiglia, dall’intensità dei legami affettivi e dalla distanza geografica. Vi è però un tratto comune che deve essere accettato dai familiari, ovvero che nessuno può smettere di bere al posto della persona dipendente e che quindi il senso di impotenza provato in questo caso è comune a tutte le persone che nel mondo si trovano ad affrontare questa situazione.

Proprio l’impotenza è una miccia molto forte, che può indurre i soggetti a prendere delle decisioni anche molto drastiche, quali allontanare da casa il familiare oppure scegliere la separazione o il divorzio nel caso di coniugi. Si tratta di comportamenti che ovviamente devono essere evitati per il bene della persona, perché possono diventare il motore di un crollo psicologico ancor più elevato.

All’impotenza si associa la sensazione di incredulità, perché spesso chi è dipendente da alcol non ammette idi esserlo, si tratta di meccanismo di autodifesa che permette alla persona di non rendersi conto che è diventato alcoldipendente. Tanti sono i modi per negare il problema e i familiari non possono fare altro che iniziare un percorso assieme agli specialisti per cercare di comprendere il perché delle bugie e anche per scavare sulle reali cause della dipendenza, che possono essere multiple ed eterogenee.

In conclusione, un ultimo aspetto che deve essere affrontato dai familiari di chi è dipendente dall’alcool si basa sull’auto- colpevolezza. I familiari sono indotti darsi la colpa del comportamento del soggetto e questo fatto si propone altamente pericoloso perché rischia di mettere in moto una serie di riflessioni e di comportamenti che possono essere distanti dalla realtà e quindi complicare ulteriormente la situazione. La regola da seguire è quindi di affidarsi ai centri e alle strutture proposte per la cura dell’alcolismo, al fine di accogliere un aiuto psicologico forte e mirato alla salvaguardia della famiglia e del benessere psicologico dei singoli componenti.

Commenta

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Centro San Nicola

Checking...

Ouch! There was a server error.
Retry »

Sending message...

Hai bisogno di aiuto?

Se pensi di avere bisogno di aiuto, per te o per un familiare, contattaci e ti aiuteremo.

Il/la sottoscritto/a dichiara di aver acquisito le informazioni contenute nella informativa ai sensi dell’art. 13 d.lgs. n. 196/2003, e di prestare il consenso ai sensi dell’art. 23 d.lgs. n. 196/2003 per il trattamento dei propri dati personali per le finalità di cui all’informativa.


Captcha

6 - 5 =